Veterinario Comportamentalista Per Gatti

veterinario comportamentalista per gatti

Veterinario Comportamentalista Per Gatti – Con il termine veterinario comportamentalista, facciamo riferimento a una figura professionale che si occupa del comportamento dei gatti, che spesso viene interpellato dai padroni di gatti che hanno un carattere aggressivo.

Infatti, può capitare spesso che il proprio gatto abbia un comportamento problematico. Sappiamo bene che il gatto è un predatore per natura, e proprio questo è uno degli aspetti che influenza, negativamente, il suo comportamento e il modo di rapportarsi con le persone o gli altri animali con cui vive.

gatto aggressivo

Spesso, quando sgridiamo il nostro gatto, questo tende ad attuare un comportamento di fuga, nascondendosi in posti in cui non possiamo trovarlo facilmente. In questo caso, dunque, il gatto vuole isolarsi nei confronti del suo padrone.

Hai notato parecchie volte che il tuo gatto fa i bisogni per terra invece di raggiungere la lettiera? Oppure il tuo gatto ha un comportamento molto aggressivo? Perché mai si comporta in questo modo? Grazie al veterinario comportamentalista è possibile capire le anomalie del gatto e per quale motivo l’animale adotti certi comportamenti.

Ma chi è il veterinario comportamentalista per gatti, e di cosa si occupa? Possiamo affermare che il veterinario comportamentlista è una figura professionale che si occupa dei comportamenti anomali dei gatti, e lo fa attraverso la medicina comportamentale. Con questo termine ci riferiamo a un settore della medicina veterinaria, che si occupa dell’aspetto psicologico dell’animale.

Veterinario Comportamentalista

Quando è importante rivolgersi a un Veterinario Comportamentalista

E’ una figura professionale esperta del comportamento del gatto, e anche di altri animali, che grazie a competenze di tipo etologico si interessa degli animali d’affezione che si caratterizzano da un carattere anomalo. Questa figura professionale, dunque, si occupa della gestione del gatto che vive nell’ambiente domestico, dando ai padroni un giusto appoggio nel costruire una valida relazione con il proprio animale.

In buona sostanza, questa figura professionale, è in grado di impostare in maniera corretta la relazione tra il padrone e il gatto. Più nello specifico si occupa di capire il perché il gatto assuma un atteggiamento aggressivo nei confronti del proprio padrone, oppure perché non fa i bisogni nella lettiera e anche perché non ha interesse nei confronti dei propri padroni.

Dunque, questo veterinario riesce a permettere al proprietario di un gatto di poter comunicare correttamente con l’animale, imparando a capire ciò che desidera o meno il gatto.

Rivolgersi al veterinario comportamentalista, dunque, è importante soprattutto se il comportamento dell’animale non cessa in nessun modo e, specialmente se i primi problemi iniziano a manifestarsi già durante i primi mesi di vita del piccolo. Quindi, si tratta di una figura estremamente utile per tutti coloro che hanno un gatto in casa, dato che si tratta di un animale che spesso soffre di disagi o problematiche che il proprio padrone non comprende.

In questo caso, è necessario rivolgersi a questa figura professionale, in modo che escluda prima di tutto dei problemi a livello fisico nell’animale, e poi a livello comportamentale. Durante il suo lavoro, dunque, il veterinario comportamentalista si occupa anche di analizzare al meglio l’ambiente in cui vive il gatto e per quali motivi si comporta in questo modo, naturalmente proponendo le migliori soluzioni.

Comportamentalista Gatti Online

E’ possibile trovare consigli utili online?

Ti sei accorto che il tuo gatto ha degli strani comportamenti? Fa spesso i suoi bisogni per terra oppure si pone in maniera aggressiva nei tuoi confronti? Sai che puoi sempre rivolgerti a un veterinario comportamentalista che può aiutarti in questo caso?

Se nella tua città non ci sono veterinario comportamentalisti, hai sempre la possibilità di affidarti al web, proprio perché online hai la possibilità di rivolgerti a una o più figure professionali di questo tipo, che possano aiutarti ad avere un buon rapporto con il tuo gatto domestico.

gatto comportamento

Una delle più quotate online, è sicuramente la dottoressa Giovanni Guardini, che offre un supporto online per risolvere le problematiche comportamentali del gatto, proponendo ai proprietari persino il miglior modo per apprendere le sue esigenze. Grazie a diversi metodi di conversazione online, come: Skype, Cellulare, Email e anche Telefono Fisso, dunque, potrai avere una situazione più chiara riguardo al comportamento del tuo gatto. Non aspettare altro!

Un altro veterinario comportamentalista che voglio consigliarti, è la dottoressa Elena Borrione, che la trovi sul sito web: veterinariocomportamentalistaonline.it, esperto in problemi comportamentali del felino, che effettua su richiesta anche visite a domicilio. Hai la possibilità di contattarla sia tramite email all’indirizzo: [email protected] oppure al telefono cellulare: 3334520413. Grazie a questa dottoressa, dunque, hai la possibilità di imparare a comunicare correttamente con il tuo gatto e imparare a capire qualsiasi sua esigenza.

Tra i tanti veterinari comportamentalisti online, puoi rivolgerti anche all’esperta comportamentale Silvia Ponte, che trovi sul sito online: www.love4pet.it. Sul sito trovi un form da compilare ponendo la tua domanda all’esperta. In seguito alla tua domanda, che sarà accuratamente esaminata, potrai trovare la risposta direttamente online nella sezione del blog relativa ai form.

Se cerchi un veterinario comportamentalista online, puoi affidarti anche al sito: www.tuttozampe.com dove hai la possibilità di postare le tue domande 24h su 24h e ottenere il consulto migliore. Per ottenere una consulenza online su questo sito, non devi fare altro che utilizzare il form presente sulla pagina, sul quale inserire la tua domanda.

Il comportamento del gatto
5 Recensioni
Il comportamento del gatto
  • Bradshaw, John W. (Author)
Il gatto. Manuale d'istruzioni
72 Recensioni
Il gatto. Manuale d'istruzioni
  • Brunner, David (Author)
In Offerta!
La bibbia del gatto. L'ultima parola sul mondo felino
10 Recensioni

Problemi Comportamentali Felini

Come capire quando il gatto ha un disturbo comportamentale

Con il termine medicina comportamentalista veterinaria, facciamo riferimento a una branca della disciplina medica, che si occupa delle problematiche comportamentali dei gatti, che interessa la sfera emotiva, la comunicazione, i
disturbi relazionali e del felino nella sua totalità.

Questo settore della medicina veterinaria comportamentalista, quindi, si occupa della saluta sia fisica che psichica del gatto, dell’ambiente in cui vive e qual è il sistema familiare a cui è abituato.

Le malattie di tipo comportamentale nel gatto sono piuttosto diffuse al giorno d’oggi, tuttavia sono sempre o quasi non considerate dai proprietari dei gatti. Il gatto è in grado di manifestare il suo dolore psicologico a livello fisico tramite dei cambiamenti del carattere, o viceversa. Di fatti, se il gatto si comporta in maniera aggressiva o diversa dal solito, vuol dire che sta cercando aiuto dal suo padrone, che però non è in grado di comprenderlo.

Se il tuo gatto fa spesso i bisogni a terra, vuol dire che è stressato o sta vivendo in uno stato d’ansia. Dunque, comportamenti alterati come questo per esempio, oppure l’aggressività, sono i segnali di stati patologici che devono essere adeguatamente curati.

Uno dei disturbi comportamentali del gatto può essere la Iperestesia Felina, che sebbene non sia una malattia molto diffusa, può provocare nel gatto diversi disagi. La causa di questa patologia può essere genetica, ma può essere provocata persino da anomali neurologiche e anche dovuta a forte stress nell’animale.

veterinario comportamentalista

Questa malattia causa nel gatto una elevata sensibilità a determinati stimoli, provocando di conseguenza comportamenti anomali nell’animale. I sintomi di questa patologia comportamentale felina, sono piuttosto simili a quelli del calore. Infatti, in caso di iperestesia felina, il gatto si morde la coda in maniera autoinflittiva, ma cerca anche di provocarsi ferite a livello della regione lombare e dei fianchi.

Spesso i segni possono non essere ben interpretati dal proprietario, per tal motivo bisogna subito rivolgersi al veterinario, che nel caso opportuno stabilirà una visita dal veterinario comportamentalista. Dunque, se anche tu hai notato che il gatto continua a camminare per casa in stato di agitazione, se si lecca sempre le zampe o la coda, allora vuol dire che è l’ora di rivolgersi a un veterinario comportamentalista, in modo da non aggravare la situazione.

Nel caso in cui il tuo gatto soffra di iperestesia felina, quindi, devi agire di conseguenza. Dunque, devi assicurarti che in casa l’ambiente sia tranquillo e che il gatto si senta a suo agio in questo ambiente, inoltre evita di tranquillizzare il gatto quando assume questo comportamento, perché potrebbe risultare aggressivo, e cerca di distrarlo sempre con qualsiasi tipo di altra attività.

Ti ricordo che questa patologia comportamentale nel gatto viene trattata esclusivamente con una terapia farmacologica, ma può essere curata anche con modifiche dell’ambiente in cui vive il gatto e con un veterinario comprotamentalista.

2 Commenti
  1. maddalena dice

    Salve, da quanto mi ha detto un veterinario e da quanto vado leggendo credo che il mio gatto /12 anni razza simil siamese/ abbia l’iperestesia felina. Leggo dovunque che non bisogna dargli attenzioni durante le crisi (lei si attacca la coda a sangue) ma invece io la fermo la abbraccio e la calmo in qualche modo. E’ sbagliato? stiamo cercando di far cicatrizzare la ferita e mi sembra l’unico modo. Mi piacerebbe il suo parere ed è vero che non c’è cura? Ma si potrebbe fare qualcosa per prevenire nuove crisi? Per ora ha preso solo filante di valeriana e fiori di bach, sulla coda antibiotico e cicatrizzante. E sembra che in casa il Feliway abbia un qualche effetto…
    Ah dimenticavo la gattina è praticamente cieca da anni anche se fa tutto normalmente incluso cacciare, salire sugli alberi ecc
    Grazie, Maddalena

  2. VALENTINA dice

    Salve mi presento sono Valentina, le volevo chiedere un consiglio… il mio gattino ha 4 mesi e da più di un mese sta a casa con me solo che ancora non si fa ne prendere ne toccare anche se mangia dalla mia mano e dorme sul mio letto solo se è convinto che io nn lo tocchi… ho provato variate olte ma soffia e cerca di aggredirmi.. cosa dovrei fare? Attendo risposta cordiali saluti
    Inviato da iPhone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.