Home / Comportamento / Perché il Mio Gatto Ha Sempre Paura?
perche-il-mio-gatto-ha-sempre-paura
perche-il-mio-gatto-ha-sempre-paura

Perché il Mio Gatto Ha Sempre Paura?

Perché il Mio Gatto Ha Sempre Paura? – Diversi sono i motivi per cui il gatto sia spaventato oppure abbia paura di altri animali o umani. Tuttavia, c’è da fare una distinzione tra gatto timido e gatto impaurito.

Nel primo caso, ci riferiamo a gatti che vivono in casa e che per qualche ragione hanno paura di qualcosa o qualcuno. Per fortuna, in questo caso è possibile aiutarli a non avere paura e ad essere più rilassati nell’ambiente domestico. Se il gatto ha paura del suo padrone, quest’ultimo può modificare il proprio modo di essere e di comunicare con il micio, in modo da rassicurarlo maggiormente.

Se, invece, parliamo di gatto selvatico, e che quindi non vive in casa, allora in questo caso significa che il micio ha paura dell’essere umano e non tende ad avvicinarsi ad esso.

Quindi, per evitare spiacevoli inconvenienti, è necessario rispettare le loro decisioni e lasciarli tranquilli.

Ma per quale motivo in particolare il gatto è spaventato?

Dobbiamo sapere che, trattandosi di un animale che vive costantemente in uno stato di allerta, è normale che sia più timoroso o abbia paura di molte cose.

il-gatto-ha-paura-di-altri-animali

Per quanto riguarda la sua paura, però, possiamo affermare che non si tratta di una paura vera e propria, ma di uno stato di allerta continuo e costante verso qualsiasi pericolo che potrebbe presentarsi da un momento all’altro.

Dunque, possiamo notare che il micio tende ad avere paura e a spaventarsi nel momento in cui non riconosce una persona o un oggetto, mostrando immediatamente uno stato di controllo e difesa. In altri casi, è possibile che scappi da una persona o da un oggetto, restando nascosto anche per molti giorni.

Quindi, trattandosi di un animale predatore per natura, il gatto tende ad essere impaurito soltanto degli oggetti o delle persone, che credono possano metterli in serio pericolo di vita.

Sebbene però si tratti di un animale in continuo stato di allerta, non può essere considerato timido, e se scappa impaurito non lo fa perché è un fifone, ma perché è in grado di capire se una determinata cosa sia pericolosa per lui o meno.

Capire quando un gatto è spaventato e ha paura di una determinata cosa è semplice, perché in momenti del genere il suo atteggiamento cambia completamente.

Infatti, tende ad avere la coda bassa, a volte può anche tremare o accucciarsi senza muoversi.

Puoi accorgerti se il tuo gatto è spaventato, se le sue orecchie sono tirate all’indietro e se tende ad incurvare il dorso.

Gatto Spaventato Che Scappa

Moltissimi sono i motivi per cui il gatto scappa impaurito andandosi a nascondere nei posti più impensabili.

Vi siete mai chiesti perché lo faccia?

Generalmente, il gatto si mostra spaventato quando è impaurito da altri animali, tra cui altri gatti e cani, oppure se sente rumori forti e improvvisi. Infatti, sappiamo bene quanto sia delicato l’udito di un gatto, un rumore fastidioso potrebbe spaventarlo e indurlo a nascondersi.

Se hai notato che il tuo gatto scappa spaventato, allora vuol dire che altri sono i fattori che lo impauriscono, come per esempio bambini che piangono, oggetti non famigliari ma anche altri luoghi a lui sconosciuti, come per esempio l’ambulatorio del veterinario.

Se il tuo micio tende ad avere paura degli estranei, non devi preoccuparti, perché si tratta di una cosa piuttosto normale.

Di fatti, se noti che il tuo gatto tende a nascondersi sotto il divano o sotto il letto all’arrivo di uno sconosciuto in casa, non devi allarmarti assolutamente.

Il motivo è semplice!

Se in casa entra un bambino che fa i capricci e piange, è normale che il micio sia spaventato dal comportamento dell’umano, perché per il suo delicatissimo udito il pianto del bambino è insopportabile.

Naturalmente, è possibile che il micio sia spaventato persino da un’altra persona, che non sia un bambino.

Molto probabilmente, anche in questo caso il tono di voce di questa persona può essere fastidioso per il gatto, che quindi tende a scappare spaventato. In ogni caso, puoi farlo uscire dal luogo in cui si è nascosto, comportandoti con più dolcezza.

E’ normale che il gatto possa scappare via spaventato sentendo un rumore forte e assordante per lui, come quello dell’aspirapolvere.

Infatti, questo elettrodomestico è uno degli oggetti più temuti dal gatto, in quanto fa un rumore davvero assordante.

A differenza di noi esseri umani, il gatto tende ad avere paura della aspirapolvere, non tanto per l’oggetto in se, più che altro per il rumore che fa, che per lui viene percepito come qualcosa di molto sgradevole. In ogni caso, ti consiglio di trattarlo con più delicatezza, magari proponendogli un gioco o qualcosa da mangiare.

Come ti dicevo pocanzi, è possibile che micio si spaventi alla presenza di altri animali, perché in qualsiasi caso anche se parliamo di un altro cucciolo di gatto o di cane, il micio viene sorpreso all’improvviso, e dunque non ha il tempo di “riprendersi” il suo posto e rioccupare il suo territorio senza ulteriori stress.

gatto-scappa-spaventato

Hai notato che il tuo gatto è spaventato da un cetriolo?

E’ assolutamente normale! Ne abbiamo anche già parlato in un precedente articolo. Il gatto, dunque, non ha paura del cetriolo in se per se, perché mostra lo stesso spavento anche nel caso di una melanzana, di un peluche o di una bottiglia (vedi Gatto Cetriolo: Perché i Gatti Hanno Paura dei Cetrioli?).

In questo caso, la sua paura è scatenata dal fatto che questi oggetti per lui possono essere dei predatori molto pericolosi per la sua salute, e quindi li teme.

Anche se il micio è spaventato da un nuovo ambiente, è del tutto normale. Infatti, che si tratti di una nuova casa o dello studio di un veterinario, il micio tende a scappare spaventato.

Si tratta di una cosa del tutto normale, soprattutto se parliamo di veterinario, in quanto il gatto come ogni altro animale ha paura del “dottore”. Il gatto tende ad avere paura del medico veterinario, in quanto ritiene fastidiose le visite, soprattutto se affetto da qualche malattia.

Nel caso il micio sia arrivato in una nuova casa e tenda a scappare, non preoccuparti perché prima o poi uscirà. In ogni caso, ti consiglio di lasciarlo tranquillo per qualche giorno. Cerca sempre, inoltre, di avvicinarti a lui sempre con calma e tranquillità, in modo da non spaventarlo ulteriormente.

Il Gatto Ha Paura di Me

Hai da poco adottato un gatto? Hai notato che è spaventato dalla tua presenza? Ti stai chiedendo perché si comporta in questo modo? Sebbene tutti desideriamo un gatto amorevole e coccolone, però, dobbiamo sapere che questi potrebbe essere impaurito da noi stessi. Infatti, non tutti i gatti sono in grado di abituarsi facilmente e immediatamente al proprio padrone, dunque, è consigliabile procedere con più tranquillità per i primi mesi, in modo da non spaventarlo ulteriormente.

Se hai notato che il gatto, quindi, tende ad avere paura in tua presenza, non obbligarlo a fidarsi di te immediatamente, perché il micio ha bisogno di un po’ di tempo in più per abituarsi ai suoi nuovi padroni e al nuovo ambiente. Se il gatto ha paura di te, allora, cerca di seguire i consigli che voglio darti per instaurare un buon rapporto con lui.

Per prima cosa, dunque, se vi trovate nello stesso ambiente, cerca di non guardarlo negli occhi, poiché il loro linguaggio è diverso dal nostro, e in un caso del genere potrebbe associare il tuo sguardo a una sfida. Se hai notato che ha iniziato a fidarsi di te, però, devi cercare di trattarlo sempre con debita distanza e senza fiondarti su di lui per coccolarlo. In questo caso, ti consiglio di avvicinarti con calma a lui e aspettare che sia lui a cercare un contatto visivo. Non appena il micio stabilisce il contatto visivo, tendi a chiudere lentamente gli occhi e ad aprirli lentamente. Se noti che fa lo stesso con te, allora significa che è tranquillo e gradisce la tua presenza.

il-gatto-ha-paura-di-me

A questo punto sei pronto per accarezzarlo. Naturalmente, ti consiglio sempre di fiondarti su di lui per accarezzarlo e riempirlo di baci. Cerca di prestare maggiore attenzione al suo linguaggio del corpo, ciò vuol dire che se noti che inizia ad agitare la coda, significa che è infastidito. In caso contrario, puoi iniziare ad accarezzarlo, ricorda però di non fargli carezze sulla testa e sulla pancia, perché in questi due punti non le gradisce, preferisci il mento come zona in cui accarezzarlo con dolcezza.

Come sempre se vuoi aggiungere qualcosa ti invito a lasciare un commento sulla nostra pagina Facebook e farci sapere la tua idea a riguardo. Ricorda di lasciarci un “mi piace” e di continuare a seguirci su tutti i canali social!

Guarda anche:

gatti-e-dispetti-come-educarli

Gatti e Dispetti: Come Educarli?

Gatti e Dispetti: Come Educarli? – Lo hai visto piccolo, dolce, bello e carino? Te …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.