Calzari Antigraffio Per Gatti: Arriva il NO del’ENPA

Calzari Antigraffio Per Gatti: Arriva il NO del'ENPA

L’Ente Nazionale per la Protezione degli Animali (ENPA) , è intervenuta in merito alla vendita di calzari antigraffio da utilizzare per i gatti. Calzari Antigraffio Per Gatti: Arriva il NO del’ENPA.

Gli artigli del gatto gli permettono di cacciare e arrampicarsi sugli alberi. E anche se in casa non ci sono alberi il gatto li usa per segnare il suo territorio, facendo i segni del graffio. Quando graffia, il gatto deposita i feromoni per lasciare il segno nel suo ambiente.

Sfortunatamente, questa pratica potrebbe lasciare “bei graffi” sui mobili. La risposta al problema ha prodotto la creazione di “particolari calzari antigraffio per gatti“….in vendita su Amazon. Ed ecco scoppiare la polemica circa l’uso di questi strumenti inusitati.

Il Gatto Con Gli Stivali Esiste?

La fiaba del Gatto con gli stivali sembra appartenere a Giovanni Francesco Straparola, pubblicata nel 1550, con il titolo di Costantino Fortunato. Un secolo più tardi, arrivò la versione di Giambattista Basile.

Tuttavia le versioni che alla fine divennero celebri furono quelle create da Charles Perrault e, dai Fratelli Grimm.

Ma in quel caso gli stivali, il cappello e il sacco, servivano al gatto per aiutare il padrone ad emanciparsi dalla poverà, non a essere privato della libertà di un fluido e naturale movimento felino…

Su Amazon In Vendita Calzari Antigraffio Gatti

I “cilindri in silicone” che erano stati messi in vendita su Amazon e in seguito delle rimostranze dell’ENPA, ritirati. Per quanto prodotti in un materiale morbido e dal colore accattivante, che non interessa per nulla al gatto, ne limitavano visibilmente la mobilità. Inoltre gli impedivano quelle che sono le normali “operazioni di lavaggio” che sono cosi abituali nel gatto.

Oltre a non essere per niente belli da vedere, sembrano scomodi per i gatti al limite di uno strumento di tortura. In aggiunta a questo, nessun animale tanto meno un felino, li terrebbe volentieri, anzi cercherebbe di liberarsi.

In realtà sono presenti dei morsetti per fissarli, dunque devono essere stretti in modo da non farli togliere.

Senza contare che sono innumerevoli i modi per fare adattare il nostro amico all’ambiente in cui vive, basta procurargli un tiragraffi, dove possa dare dimostrazione della sua maestria nell’arrotarsi le unghie. O dei giochi per intrattenerlo nei momenti di noia.

Strumenti del genere dovrebbero essere ad uso dei veterinari in “particolari occasioni”, fermo restando che oltre di unghie affilate il gatto è in possesso di aguzzi dentini…

L’Enpa Scrive ad Amazon Per Rimuovere i Calzari

A Carla Rocchi, presidentessa dell’Ente nazionale protezione animali, il calzino antigraffo per gatti non è davvero piaciuto ( e come dargli torto), sono dei cilindri di silicone, in cui intrappolare le zampine del gatto. Il prodotto a cui l’ Enpa fa chiaro riferimento era identificabile con Lipanpan 6949874909016.

La nota divulgata dall’Ente cosi si esprime:

Il gatto deve avere tutte e 4 le zampe libere per poter saltare, arrampicarsi, correre, cacciare e potersi difendere. Grattare una superficie ruvida è un’esigenza per i gatti, aiuta a mantenere gli artigli in perfetto stato ed aiuta l’animale a stirarsi per rafforzare la muscolatura. Le zampe servono anche per lavarsi, questi “cilindri in silicone” non lo permettono”.

La lettera alla fine termina con un’appello in cui si confida nel pronto intervento atto a rimuovere il prodotto, che si riconosce come essere lesivo per il benessere degli animali. La risposta di Amazon non si è fatta attendere e il colosso di Jeff Bezos, ha prontamente ritirando gli “stivaletti incriminati” dalla sua piattaforma.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.