Home / Salute / Gatto Con Occhi Sporchi: Cause e Rimedi
gatto con occhi sporchi cause e rimedi
gatto con occhi sporchi cause e rimedi

Gatto Con Occhi Sporchi: Cause e Rimedi

Gatto Con Occhi Sporchi: Cause e Rimedi – Gli occhi sporchi nel gatto sono il primo sintomo di congiuntivite. Per assicurargli un’ottima vista, gli occhi del gatto devono essere sempre ben puliti e privi di sporco. È possibile capire che il micio è affetto da un problema agli occhi, come per esempio la congiuntivite, perché la pupilla presenta una patina e l’iride delle macchie.

Dunque, se noti che gli occhi del tuo gatto sono opachi, oppure se ti accorgi della presenza di tracce di pus, devi consultare immediatamente il veterinario.

La vista per il gatto è importante come l’aria che respira, proprio perché gli permette di contraddistinguere qualsiasi tipo di elemento da più di due metri di distanza, sia di giorno che di notte. In particolar modo, i gatti vedono meglio al buio, in quanto i loro occhi presentano il tapetum lucidum, ossia una speciale formazione cellulare collocata dietro la retina, che gli permette una visione perfetta anche in presenza di poca luce.

Tuttavia, per assicurargli sempre un’ottima vista, non devi mai trascurare eventuali arrossamenti, secrezioni anomale, continue lacrimazioni e pus. Come ti dicevo poco prima, il tuo gatto può avere gli occhi sempre sporchi in caso di congiuntivite, che si manifesta con gonfiore, arrossamenti, dolore agli occhi, muco, palpebre socchiuse e presenza di pus.

Il gato viene colpito da congiuntivite, soltanto in presenza di agenti estranei, come le correnti d’aria, lo sporco, gli insetti e così via. Sebbene si tratti di una patologia piuttosto infettiva, può essere trattata con gocce e farmaci specifici, sempre prescritti dal medico veterinario.

La congiuntivite nel gatto, inoltre, può essere anche un fattore allergico, che il più delle volte è prodotta da agenti irritanti, ma che può essere facilmente trattata con farmaci antinfiammatori specifici. Un fattore che può colpire gli occhi del gatto, e al quale bisogna prestare maggiore attenzione, sono le blefariti che causano un’infiammazione piuttosto dolorosa, ma curabile tramite appositi medicinali.

La pulizia degli occhi del gatto, è uno dei maggiori rimedi per prevenire queste infezioni e patologie. Pulire gli occhi del gatto, non è difficile ma abbastanza semplice, l’unica cosa da considerare è la pazienza, proprio perché il gatto non ama essere toccato, soprattutto nelle zone più delicate come gli occhi.

Caccole Negli Occhi del Gatto: Cause?

Non in tutti i casi, però, i disturbi che colpiscono gli occhi del gatto, devono essere attribuiti alla congiuntivite. Infatti, in molti casi i sintomi come lacrimazione e arrossamento, sono dovuti ad altre infezioni che spesso sono anche più gravi.

Spesso, il gatto presenta sotto l’occhio una specie di caccola di colore marrone, che sono molto fastidiose, e conosciute con il nome di “lacrime di sangue nel gatto”. Il più delle volte, ci si preoccupa per nulla, in quanto non si tratta di un problema serio e pericoloso per il micio, tranne nel caso in cui non parliamo di lesioni traumatiche.

Quando il gatto presenta questa specie di caccola di colore marrone vicino all’occhio, dunque, non è niente di preoccupante, ma sono soltanto delle lacrime secche, che si sono condensate di colore marrone che si appiccicano al canto mediale dell’occhio.

Cause

Queste lacrime condensate e di colore marrone, possono essere causate da diversi fattori come una congiuntivite cronica o trascurata, ma anche da una dacriocistite, oppure da un’occlusione del dotto lacrimale.

A differenza delle normali lacrime, queste sono più dense e per tal motivo restano appiccicate all’occhio. La causa del loro colore, invece, deve essere attribuita al fatto che la lacrima subisce l’ossidazione tramite l’aria, assumendo questa colorazione. Generalmente, la formazione di questo tipo di lacrime è costante, specialmente se non viene trattato il motivo per cui la provoca.

Se la formazione di queste lacrime è causata dalla congiuntivite, allora può essere facilmente trattata, ma se si tratta di una congiuntivite cronica risulta più difficile. Se siamo in presenza di una malformazione genetica del dotto lacrimale, il micio produrrà normalmente queste lacrime di colore marrone, con scarse possibilità di poter risolvere la problematica.

Come agire

Se hai notato che il tuo gatto inizia all’improvviso a produrre queste macchie marroncine, portalo subito dal veterinario. Infatti, se il problema è collegato a una semplice congiuntivite, può essere facilmente trattato con un collirio. Tuttavia, se si tratta di una dacriocistite, molto probabilmente sarà necessario consultare un veterinario oculista.

Queste secrezioni possono essere pulite con semplici impacchi di acqua e camomilla, ma se non si tolgono facilmente, possono creare sofferenza alla pelle. Inoltre, è da tener ben presente che se queste secrezioni non vengono eliminate, potrebbero ossidare il pelo, che di conseguenza cambia colore, senza più tornare allo stato originari.

Come pulire gli occhi del gatto?

Tenere gli occhi del gatto sempre ben puliti è di fondamentale importanza per prevenire determinate malattie e disturbi vari. Il gatto tiene particolarmente alla sua igiene, per questo motivo è solito lavarsi da solo, in alcuni punti del suo corpo, però, non riesce ad arrivarci facilmente. Nel caso in cui il micio non riesce ad arrivare in determinati punti, è il proprietario che deve intervenire, assicurandogli una perfetta igiene.

Gli occhi del gatto sono piuttosto importanti per la sua vista, per questo motivo, è essenziale tenerli ben puliti, proprio per prevenire fastidiosi disturbi. Tenendo sempre ben puliti gli occhi del gatto, inoltre, è possibile evitare la formazione di secrezioni marroncine nell’angolo nasale dell’occhio del micio. La formazione di tali secrezioni, deve essere attribuita all’ossidazione di un pigmento presente nelle secrezioni oculari, ossia la porfirina.

Quindi, il proprietario di un gatto, deve tener presenti questi fattori, considerare i problemi ai quali potrebbe andare in contro e cercare di tenere gli occhi di Micio sempre ben puliti.

Come fare

Pulire gli occhi di un gatto, è abbastanza semplice, soprattutto se il gatto è collaborativo, perché sennò risulterebbe piuttosto difficile. Per pulire i suoi occhi, dunque, è necessario procurarsi una garza sterile e un liquido adatto alla pulizia. In commercio ci sono diverse soluzioni veterinarie idonee alla pulizia degli occhi del micio, tuttavia, nel caso in cui non dovessimo averne in casa, possiamo utilizzare un normale fisiologica o dell’acqua borica.

Dopo di che, bisogna prendere il gatto e convincerlo a eseguire questa pulizia. Per facilitare il tutto, però, bisogna abituare il micio fin da piccolo. Dunque, bisogna inumidire la garza e iniziare a detergere la zona da trattare. Ovviamente, bisogna fare con estrema delicatezza, in modo da non irritare la zona. Nel caso in cui lo sporco dovesse essere piuttosto ostinato, è possibile continuare la pulizia con una nuova garza imbevuta della soluzione adottata.

Sintomi della Congiuntivite e Rimedi

Sebbene possa essere considerato un disturbo poco comune nel gatto, la congiuntivite è uno dei fastidi maggiormente frequenti nei gatti di tutte le razze. Per questo motivo, bisogna stare attenti a determinati sintomi, come il gonfiore degli occhi, l’arrossamento ecc, per capire se il micio è affetto da congiuntivite.

Sintomi

Diversi sono i fastidiosi sintomi che possono colpire il micio in caso di congiuntivite, proprio come quelli che si presentano anche nell’uomo, tipo gonfiore, arrossamento, dolore, lacrimazione e così via.

Naturalmente, i sintomi possono essere piuttosto diversi tra di loro, soprattutto in base alle cause che hanno scatenato il malessere. La congiuntivite nel gatto si presenta con:

  • lacrimazione, gli occhi lacrimano continuamente, e il più delle volte la lacrimazione è accompagnata da pus;
  • arrossamento e gonfiore, in questo caso il gatto ha molte difficoltà a tenere gli occhi ben aperti, proprio perché si gonfiano e si arrossano notevolmente, provocando dolore;
  • dispnea, nel caso in cui la congiuntivite è infettiva, è possibile che si verifichino problemi di respirazione, per questo motivo la sua respirazione risulta affannata.

Rimedi

Quando la congiuntivite colpisce il gatto, bisogna assolutamente portarlo dal veterinario, in modo che in base alla diagnosi, possa indicare la miglior cura da effettuare. In ogni caso, è necessario evitare il fai da te, soprattutto se non si ha dimestichezza e delicatezza con la pulizia, in quanto gli occhi del micio sono piuttosto delicati e, il rischio di peggiorare la situazione è molto alto.

Dunque, la congiuntivite nel gatto, richiede assolutamente l’intervento del veterinario. Infatti, il medico veterinario è l’unico a poter indicare il giusto trattamento da attuare per risolvere il problema.

La congiuntivite nel gatto, dunque, può essere trattata con:

  • antibiotici e antivirali, che agiscono a lungo termine per permettere una guarigione veloce e contrastare batteri o virus che hanno provocato il disturbo. Solitamente, farmaci di questo tipo, essendo sotto forma di compressa, vengono mescolati al cibo dell’animale;
  • farmaci locali o a uso topico, come le creme e le pomate devono essere applicare sull’occhio. Grazie a medicinali di questo tipo, dunque, è possibile velocizzare il tempo di guarigione, proprio perché agiscono a livello locale, permettendo una maggiore sensazione di sollievo.

Oltre alla terapia farmacologica, il veterinario potrebbe consigliare il trattamento topico dell’occhio del gatto, a base di acqua e camomilla.

Guarda anche:

integratori e vitamine per la salute dei gatti

Integratori e Vitamine Per la Salute dei Gatti

Integratori e Vitamine Per la Salute dei Gatti – Nei negozi di animali, oltre a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *