Home / Salute / Acari delle Orecchie del Gatto
acari delle orecchie del gatto sintomi e rimedi
acari delle orecchie del gatto sintomi e rimedi

Acari delle Orecchie del Gatto

Acari delle Orecchie del Gatto: Sintomi e Rimedi – Una delle patologie che può colpire più frequentemente il gatto, è sicuramente l’acaro delle orecchie. Con questo termine, facciamo riferimento a un’infezione, che invade l’intera cavità uditiva del gatto provocando dolore, fastidio e altri sintomi. Andiamo a scoprire come riconoscere l’acaro delle orecchie e come intervenire.

Sintomi

Come ti ho detto poco prima, a causa di questa infezione, Micio avverte dolore, fastidio, prurito e tanti altri sintomi. A causa di questo fastidioso acaro, inoltre, il gatto presenta il continuo bisogno di grattarsi, proprio perché la patologia gli provoca prurito.

Normalmente tutti i gatti si grattano quando ne sentono il bisogno, tuttavia, se ti accorgi che il micio di continua a grattare con insistenza, allora vuol dire che c’è qualcosa che non va.

Il gatto manifesta questo disturbo con altri sintomi, infatti, lo vedrai spesso piegare la testa di lato, come se volesse liberarsi da questo fastidioso disturbo. Questo accade perché l’infezione, oltre a provocare un terribile prurito, causa persino gonfiore interno, creando la tipica sensazione di occlusione, proprio come se si fosse formato un tappo di cerume.

A causa degli acari nelle orecchie del gatto, inoltre, il cerume è presente in elevate quantità, proprio perché in presenza dell’acaro aumenta notevolmente la produzione di cerume e residui di pelle.

Naturalmente, oltre al prurito, ci sono altri sintomi che accompagnano questa patologia. In alcuni casi, specialmente se il problema non viene trattato tempestivamente, Micio potrebbe sviluppare otite e persino la rottura del timpano. Un altro sintomo, è quello della presenza di sangue, questo perché il gatto continua a grattarsi, fino a provocarsi gravi lesioni che potrebbero portare, dunque, al copioso sanguinamento.

Dunque, al manifestarsi dei primi sintomi, è necessario portare il gatto dal veterinario, che provvederà alla diagnosi, alla cura e ai rimedi.

Rimedi

Eliminare gli acari dalle orecchie del gatto, potrebbe essere difficile con il fai da te, per questo motivo è necessario l’aiuto del medico veterinario. In tutti casi, inoltre, è sconsigliato il fai da te, perché potrebbero esserci danni anche gravi. Questo perché se il timpano è stato lesionato, e utilizziamo delle gocce non prescritte dal medico veterinario, potremmo lesionare ulteriormente il timpano dell’animale, fino a perforarlo addirittura.

Ti ricordo anche che non bisogna usare le gocce che usiamo noi esseri umani, proprio perché non contengono i giusti principi che vanno a curare l’infezione presente nell’animale. Nella composizione dei farmaci per gatti, infatti, vi è la presenza del giusto antiparassitario, utile per debellare gli acari presenti.

Quindi, il veterinario è l’unico a stabilire lo stadio dell’infezione e a prescrivere la cura più adatta per questo problema. Nel caso in cui l’infezione viene presa per tempo, sarà necessario soltanto l’utilizzo di gocce otologiche idonee per questo tipo di parassiti. Se il timpano è stato già lesionato, sarà necessario curare Micio con una cura più specifica a base di antibiotici.

Il Gatto Ha l’Orecchio Rosso: perché?

Le orecchie del gatto sono molto delicate e si caratterizzano per una struttura altrettanto delicata, per questo motivo possono essere spesso colpite da infezioni. Queste infezioni, inoltre, potrebbero ridurre le capacità sensoriali del micio. Per questo motivo, è opportuno prevenire qualsiasi malattia e curare sempre bene le orecchie di Micio, avendo sempre grande cura e delicatezza.

Un’eccessiva produzione di cerume, oppure cattivo odore dalle orecchie o arrossamento, possono considerarsi i sintomi di  un’infiammazione. Se ti accorgi che il tuo gatto inizia a scuotere la testa sempre da un lato, oppure continua a grattarsi, o ancora ha l’orecchio arrossato, allora vuol dire che soffre di otite. Naturalmente, per esserne sicuri al 100% bisogna sottoporlo a una visita medica specifica.

Nel caso in cui la patologia è lieve, è possibile procedere con la giusta cura, senza l’aiuto del veterinario. In questo caso, bisogna agire con una pulizia accurata di tutto l’orecchio, servendosi di un batuffolo di cotone imbevuto in una sostanza disinfettante. Nel caso in cui non ci dovessero essere miglioramenti, allora, bisogna rivolgersi al medico veterinario.

L’orecchio del gatto può diventare rosso anche nel caso di acariasi, che si manifesta con sintomi come prurito, arrossamento e dolore. In questo caso la cura non è assolutamente difficile, ma richiede molta pazienza, in quanto sono piuttosto prolungate.

Acari Nelle Orecchie dei Gatti

Ti sei accorto che le orecchie del tuo gatto fanno cattivo odore, e che il tuo micio scuote continuamente la testa da un lato? Sai che questi sono i primi sintomi degli acari nelle orecchie? È possibile sbarazzarsi degli acari con alcuni rimedi naturali.

Quando parliamo di acari nelle orecchie, facciamo riferimento a parassiti che, in alcuni casi possono infettare le orecchie del gatto, ma anche di altri animali, provocando l’infezione. Gli acari di questo tipo sono attratti dagli ambienti caldi e bui, come appunto il canale uditivo, nel quale hanno la possibilità di nutrirsi di pelle morta.

Oltre a provocare prurito, gli acari provocano anche irritazione, portando il gatto a grattarsi continuamente. Questo continuo grattare, dunque, causa a sua volta diversi problemi, come infezioni della pelle oppure gonfiore del padiglione auricolare.

Una delle maggiori specie che colpisce l’orecchio del gatto è la Cynotis Otodectes, che si diffonde in maniera piuttosto rapida. Diversamente da come vivono altri acari, quelli delle orecchie vivono soltanto nel condotto uditivo.

È possibile trattare il problema, dopo conferma del veterinario, con una soluzione oleosa di olio di oliva o di mandorle, e aggiungere 400 UI di vitamina E che deve essere immessa nel meato uditivo. Questa operazione deve essere ripetuta una o due volte al giorno.

Questo rimedio, inoltre, deve essere eseguito per una settimana, poi far riposare l’orecchio per 3 giorni e, trattare l’orecchio con tintura madre di Rumex Crispus diluita in acqua. Sono essenziali 9 gocce in un cucchiaio. L’orecchio deve essere trattato ogni tre giorni per un mese e due settimane.

Come Pulire le Orecchie di un Gatto?

Solitamente, siamo tentati a pensare che il gatto sia un animale indipendente, e che riesca a lavarsi accuratamente in ogni zona del corpo. Sbagliato! Infatti, in molte altre zone, proprio come l’interno delle orecchie, il micio non riesce ad arrivare. Per questo motivo, è compito nostro occuparci della cura delle sue orecchie, in modo da assicurargli una buona salute.

Di fatti, una delle cure più utili per il micio è la pulizia delle orecchie. Questo perché anche i gatti, come noi esseri umani, possono soffrire di malattie legate a una cattiva igiene delle orecchie. Per questa ragione, dunque, è consigliabile tenerle sempre ben pulite.

Quando laviamo un gatto, dobbiamo prestare molta attenzione alle orecchie, che devono essere bel lavate con acqua tiepida e, soprattutto asciugate bene. Naturalmente, soltanto con il bagno non possiamo lavarle a fondo. Per questo motivo dobbiamo munirci di una garza imbevuta e molta pazienza.

Infatti, i gatti essendo animali molto indipendenti, non amano farsi toccare, specialmente lavare dal proprio padrone, per questo motivo è essenziale coccolare e tranquillizzare Micio prima della pulizia delle orecchie.

Dopo aver recuperato una garza imbevuta con del detergente adatto, pulisci bene ma con delicatezza l’interno, presta maggiore attenzione alle piccole pieghe che si trovano all’interno, cercando di pulirle attentamente, proprio perché sono la dimora “fissa” di batteri e ogni tipo di sporcizia.

Guarda anche:

il gatto ha la congiuntivite sintomi e rimedi

Il Gatto ha la Congiuntivite: Sintomi e Rimedi

Il Gatto ha la Congiuntivite: Sintomi e Rimedi – La cura del proprio animale domestico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *